Pagine animate

Progetto cofinanziato dall’Unione Europea

Il progetto

Con Determinazione n. G15773 del 18/11/2019 la Direzione Regionale Cultura e Politiche della Regione Lazio Lazio ha approvato il progetto “Pagine animate. Percorsi educativi per la promozione e la diffusione della cultura locale e l’avvicinamento ai luoghi cultura delle nuove generazioni, attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie inclusive”, presentato dalla nostra Cooperativa (capofila) in associazione temporanea con La Cooperativa Sociale Sanitaria Arcobaleno Arl e Palladioschool S.r.l.s a valere sull’ Avviso “L’Impresa fa cultura”, bandito dalla Regione Lazio con determina G17244 del 20/12/2018 per un importo di Euro 79.837,30 consultabile al link:
http://lazioeuropa.it/bandi/por_fesr_l_impresa_fa_cultura-556/

Il progetto PAGINE ANIMATE è un progetto multimediale che utilizza la metafora del Viaggio come fulcro centrale di uno storytelling con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il territorio dei Monti Prenestini attraverso le fonti storiche, culturali e artistiche più autorevoli che nel corso dei secoli hanno raccontato questi luoghi e farle uscire dalla sezione locale delle Biblioteche Comunali afferenti al Sistema Bibliotecario Monti Prenestini, attraverso un processo di digitalizzazione e dematerializzazione che consenta ai cittadini di usufruire in maniera gratuita una biblioteca digitale on line e promuovendo la stessa presso diversi target che avranno così sempre questo patrimonio culturale a portata di click.

Per comunicare e coinvolgere le giovani generazioni e avvicinarle alle Biblioteche comunali e al Sistema Bibliotecario dei Monti Prenestini si è deciso di utilizzare un linguaggio diverso, sviluppando un cartoon che riproducesse un percorso ottocentesco (con ritorni al passato e futuro) dei seguenti Comuni individuati:

  • San Cesareo
  • Zagarolo
  • Palestrina
  • Cave
  • Genazzano

Protagonista carismatico e collante di questo viaggio e cartoon sarà lo storico Ferdinand Gregorovius e il suo fedele cane Moringa, letterato che ha soggiornato in Italia negli anni 1856/1877 famoso per i suoi resoconti di viaggio editi in cinque volumi in cui descrive località, curiosità e personaggi d’Italia. La sua opera più famosa è “La Storia della città di Roma nel Medioevo” che inizia nel Novembre del 1856 e che si conclude alla fine del 1871. In quegli anni Gregorovius a Roma diventa molto popolare, non solo nel mondo degli studiosi ma anche presso le istituzioni, tanto che nel 1876 la città di Roma nominò Ferdinand Gregorovius cittadino onorario e fece pubblicare a sue spese a Venezia una traduzione dell’opera. Pochi sanno che il letterato soggiornò per diversi anni non tanto a Roma ma bensì nei Monti Prenestini come evidente nelle sue dettagliate descrizioni riportate nella “Storia di Roma”.

Dopo aver firmato l’Atto di Impegno con la Regione il 23 Luglio si è il là all’inizio delle attività e a breve verrà presentato anche al pubblico

A presto per nuovi aggiornamenti.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Leggi i Termini e Condizioni del servizio e la Privacy policy